Le origini dell’Osteria I Rusteghi

Ciò che hai ereditato dai padri riconquistalo, se vuoi possederlo davvero. J. W. von Goethe

I RUSTEGHI di Venezia esistono dal 1989, per mano di Manuela e Roberto, “mio pare e mia mare”.  Nascono dalle ceneri dell’Osteria da Guelfo, osteria storica di Venezia, presente nella città fin dagli anni ’40. I RUSTEGHI aprono esattamente nel marzo del ’90.

Sono stati fin da subito un’Osteria di Venezia all’avanguardia, cercando di differenziarsi dalle altre Osterie della città lagunare: il vino era infatti tutto imbottigliato da Roberto e questo ne faceva una cosa esclusiva. Originariamente I RUSTEGHI erano in calle della Bissa: la location attuale fungeva all’inizio, infatti, da magazzino. Nel 2002 sono passati dall’imbottigliatore, alle bottiglie singole.

Roberto era tartinista (ha lavorato al bar Torino per tanti anni,  poi ha avuto il bar all’Accademia).  Specializzato fin da subito con Manuela in deliziosi paninetti, farcito con ottimi salumi, salse e verdure. Mia madre li vide per la prima volta fatti dal Crosera e decise di proporli nella sua Osteria. I miei genitori hanno sempre lavorato sull’alta qualità, del vino, dei salumi, delle salse in genere, per distinguersi dalle altre Osterie, io sto solo portando avanti quanto di buono è stato seminato.

Cerchiamo sempre di essere dinamici, non deve esistere un’attività statica. Finchè si è propositivi, l’attività non può che continuare a dare sensazioni ed emozioni sia a me che ai miei clienti.

All’inizio, per chi non lo sapesse, dovevamo chiamarci “Osteria enoteca da drio el culo de Goldoni” poi, visto il nome un po’ “ fuori dalle righe”, i miei hanno deciso di fare un omaggio a Goldoni e si sono chiamati “I RUSTEGHI“. “Perché visto che se scannemo sempre, non se ciamemo I Rusteghi?”: forse proprio questa è però la motivazione vera.