Slide background

DI NICOLA MANFERRARI, FRIULANO DOC. E' IN ASSOLUTO IL RIFERIMENTO PER I VINI DEL COLLIO. FERMENTAZIONE IN BARIC: TUTTI I SUOI VINI SONO MOLTO FRANCESI.

Slide background

SAN QUIRINO D'ISONZO. SI E' RITAGLIATO UNA PICCOLA FETTA DI MERCATO CON PRODOTTI MOLTO PARTICOLARI: UN TOCAI A 15° ESCLUSIVO DI DETERMINATE ANNATE. PRODUCE UN PINOT GRIGIO RAMATO.

Slide background

DI BARBERINO DAL D'ELSA.
E' STATO IL PRIMO KRU DI CHIANTI CON IL POGGIO
PRODUCONO IL NEMO E UNO CHARDONNAIT IN PUREZZA

Slide background

GRANDI AMICI, SIMPATICI, DINAMICI E PIACEVOLI.
I LORO VINI DALL'AMARONE AL VALPOLICELLA SUPERIORE, HANNO IL TERSO FUMANELLI

Slide background

AZIENDA DI RIFERIMENTO PER IL BARBARESCO, LA SEDE NEL CASTELLO DI BARBARESCO, HA COSTRUITO LA SUA FORTUNA NEGLI ANNI '60; SE IL BARBARESCO E IL BAROLO ADESSO SONO COSI' CRESCIUTO E' COMUNQUE GRAZIE AL SIG. GAIA

Slide background

LA RIPASSA...AI RUSTEGHI.POTREBBE ESSERE UN AMARONE, HA UNA STRUTTURA BEN DEFINITA, MOLTO PERSISTENTE IN BOCCA.

Slide background

SONO I VERI ARTIGIANI DEL VINO
IL LORO VINO DI PUNTA E' IL SAN LEONARDO E IL VILLA GRESTI.
FAMIGLIA NOBILE ITALIANA PROVENIENTE DAI GONZAGA

Slide background

SYRAH PER SEMPRE E RE DI GAFFI STEFANO SONO AMICI, I LORO VINI SONO SUPER. ROSSI TOSCANI DI BOLGARI.

Slide background

DI LUCIO GOMIERO, GRANDE AMICO.
FAMOSI PER IL GEMOLA. E' STATO IL PRIMO PRODUTTORE DEL COLLI EUGANEI A PROPORRE IL MOSCATO PASSITO.

Slide background

PRODUTTORI DI BARBARESCO, FAMOSI PERCHE' USANO LA TECNICA DEL "CAPPELLO SOMMERSO", QUINDI I LORO VINI SONO MOLTO RAFFINATI E INTENSI

Slide background

VERMENTINO DI SARDEGNA.
IL CLONE DI UNA PIANTA DI CAPICHERA, NON AGGIUNGO ALTRO!

Slide background

CLASSICISTA, BRUNELLO DI MONTALCINO, 4 ETTARI 10.000 BOTTOGLIE, FATE VOBIS!

Slide background

FIGLIO PIU' PICCOLO DELLA DINASTIA SPECOGNA, HA CREATODEI VINI NUOVI, INTRIGANTI, ESAGERATI! DUALITY, SAUVIGNON, PINOT GRIGIO RAMATO METODO SOLERA, L'OLTRE E IDENTITA'

Slide background

USANO SOLO VITIGNI TIPICI TOSCANI, IL COLORINO, IL CANNAIOLO D IL SAN GIOVESE

Slide background

CASA VINICOLA CON PRODOTTI TRADIZIONALISSIMI, PRODOTTI IN BOTTE

Slide background

IL ROSSO DELL'ABBAZIA E IL FIGAIA

Slide background

CASA VINICOLA CONDOTTA DA MARCO, MASSIMO E LA MAMMA. VINI VERAMENTE NOTEVOLI, A MIO MODESTISSIMO PARERE

Slide background

COPPIA DI PADOVA. PRODOTTO INTELLIGENTISSIMO, FATTO MOLTO MOLTO BENE.

Slide background

BRUNELLO DI MONTALCINO
IL TOP

Slide background

TENUTE LA MASSA: FAMOSE PER I GIORGIO PRIMO. CORPOSI, TANTO BORDEAUX

Slide background

FAMIGLIA FRIULANA. MOLTO CONOSCIUTI PER LO SCHIOPPETTINO E IL ROSSO PETRUSSA

Slide background

VINI DELL'ISONZO E COLLIO. MOLTO FAMOSO PER IL SUO PINOT NERO, POCO ATIPICO, MOLTO FRANCESE

Slide background

LA STORIA DEL VINO ITALIANO, PRIMO VINO ENTRATO ALL'ELLISEO, NON AGGIUNGIAMO ALTRO

Slide background

PRODUCONO ERBE AROMATICHE. SONO I PRODUTTORI DELL'AMARO DI TRIESTE

Sbicchierare anche le migliori etichette, i migliori vini, nell’Osteria principe di Venezia

Da oggi si può gustare bottiglie specialissime come Mazoyeres Chambertin, Gaja, Sassicaia. Ho acquistato il Coravin, un sistema di mescita che permette agli appassionati di vino di versare qualunque vino desiderino senza togliere il tappo. Il vino che rimane nella bottiglia continua ad invecciare naturalmente e può essere nuovamente gustato dopo settimane o mesi, poichè il vino non è mai esposto all’ossigeno. A differenza dei sistemi più ingombranti, per i quali occorre togliere il tappo di sughero facendo entrare l’ossigeno nella bottiglia, con Coravin posso lasciare il tappo al suo posto. Quando si toglie l’ago il tappo si richiude ermeticamente da sè, proteggendo il vino dall’ossidazione. Ecco allora che posso sbicchierare senza problemi anche le bottiglie più pregiate !

Vino top Venezia sbicchierato

Vino top Venezia sbicchierato

GAJA

Azienda di riferimento per il Barbaresco, la sede nel castello di Barbaresco, ha costruito la sua fortuna negli anni, anni ‘60; se il Barbaresco e il Barolo adesso sono così conosciuti è comunque grazie al sig. Gaja. I Rusteghi sono fieri di avere Gaia tra i propri marchi.

TENUTA SAN LEONARDO

Sono i veri artigiani del vino; non hanno temperatura di controllo ma usano le mani sulle vasche di fermentazione. Il loro vino di punta è il San Leonardo e poi il Villa Gresti (il 2006 è spaziale). Famiglia nobile italiana provengono dai Gonzaga.

BORGO DEL TIGLIO

Di Nicola Manferrari, friulano doc. È in assoluto il riferimento per i vini del Collio i Rusteghi lo hanno voluto fortemente. Fermentazione in baric per poi passaggio in affinamento: tutti i suoi vini sono molto francesi.

BRESSAN

Di Luca Fulvio Bressan, vini dell’Isonzo e Collio. Molto famoso per il suo pinot nero, poco atipico (molto francese).

PETRUSSA

Gianni e Paolo, amici di famiglia di lungo corso, friulani. C’è una collaborazione con loro molto importante. I loro prodotti sono molto particolari perché le piante che arrivano dalla campagna sono sempre molto mature. Molto conosciuti per lo Schioppettino e il rosso Petrussa.

DAVIDE FERRESIN

San Quirino d’Isonzo. Si è ritagliato una piccola fetta di mercato con prodotti molto particolari: es. un tocai a 15 gradi esclusivo di determinate annate. Fa un pinot grigio ramato.

Oddero, vino di qualità
Vino top Venezia sbicchierato

NADIA ZENATO

La Ripassa…. Ai Rusteghi a Venezia; potrebbe essere un Amarone, a una struttura ben definita, molto persistente in bocca.

MONSANTO

Di Barberino Val d’Elsa.  È stato il primo Kru di Chianti con il Poggio.  Producono il Nemo e uno Chardonnay in purezza.

PIOLO E MAX

Producono creme alcoliche; sono i produttori dell’amaro Trieste.

AZ AGRICOLA MARCHESI FUMANELLI

Grandi amici, simpatici dinamici, piacevoli, i loro vini dall’Amarone al Valpolicella superiore, hanno il terso Fumanelli. Li ho voluti fortemente qui a Venezia, qui ai Rusteghi.

TUA RITA

Syràh per sempre, e Re di Gaffi; Stefano sono amici, i loro vini sono super. Rossi toscani di Bolgri.

TENUTE LA MASSA

Di Giampaolo Motta di Panzano in Chianti:  famoso per i Giorgio Primo. Corposi, tanto Bordeaux.

VIGNALTA

Di Lucio Gomiero: grande amico sia per me sia per tutti I Rusteghi. Famosi per il Gemola; è stato il primo produttore dei Colli Euganei a proporre il Moscato passito. Adesso sta producendo il brut nature di Friularo.

MIANI

Di Paolo Pontoni, il padre di Miani, tutti i suoi vini sono super selezionati. Di spessore, è il Calvari (cioè un Refosco),  il Merlot riserva e il Rosso Miani.

ROAGNA

Produttori di Barbaresco, famosi perché usano la tecnica del “cappello sommerso” quindi tutti il loro vini sono molto raffinati e intensi.

CAPICHERA

Vermentino di Sardegno, …il clone di una pianta è la capichera, non aggiungo altro!

SOLDERA

Il Brunello di Soldera riposa anche per cinque anni in grandi botti di rovere di Slavonia, lontano da qualsiasi rumore, sbalzi di temperatura e odori nella nuova cantina, costruita per garantire le condizioni ottimali di invecchiamento

SALVIONI

Classicista, Brunello di Montalcino, 4 ettari 10000 bottiglie, fate vobis!

CRISTIAN SPECOGNA

Figlio più piccolo della dinastia Specogna, ha creato dei vini nuovi, intriganti, esagerati! Duality, Sauvignon, Pinot grigio Ramato metodo Solera, l’Oltre e Identità.

MONTEVERTINE

Usano solo vitigni tipici toscani, usano il Colorino, Canaiolo e San Giovese

CAPO DI STATO

La storia del vino italiano, primo vino italiano entrato all’Eliseo, non aggiungiamo altro.

LA CASTELLADA

Creata dai figli Giorgio e Nicolò nel 1985 i quali decisero di  incominciare a imbottigliare il vino che già vendevano sfuso, dedicandosi anima e corpo alla viticoltura. Fondarono dunque “La Castellada”, dal nome di una collina di Oslavia.

SERAFINI VIDOTTO

Rosso dell’Abbazia, tipico taglio bordolese (Cabernet Sauvignon, Cabernet frari, merlot). Prodotto nell’abbazia della Battaglia. Vino di impressionante struttura con grossa personalità. Rispetta la figura di Francesco.

LA TUNELLA

Cinquant’anni di storia iniziata con nonno Min e proseguita da papà Livio Zorzettig. Oggi la storia prosegue con Massimo e Marco, custodi delle antiche tradizioni famigliari. Storia, Memoria e Tradizione sono i punti di riferimento dell’azienda.

LA VIARTE

Nasce nel 1973. 35 ettari di bellezza in una delle zone più importanti a livello europeo per la vocazione vinicola, i Colli Orientali del Friuli. Viarte, in friulano, significa “Primavera”, un inccontro tra aria e radici, tra passato e futuro. Nel corso degli anni si sono aggiunti 6 ettari collinari con una forte attenzione ai vitigni autoctoni.

POGGIO DI SOTTO

ROSSO DI MONTALCINO DOC

Questo vino èprodotto da vigne situate a 200, 300 e 450 metri sul livello del mare con diverse esposizioni e su terreni ricchi di scheletro e molto poveri. Siamo nella zona di Castelnuovo dell’Abate, nella vallata del fiume Orcia. La forma di allevamento del vigneto è a cordone speronato. Effetuano la vendemmia manualmente e in cassette da 15-20 kg, nella seconda metà di settembre.  Stesso criterio applicato per il Brunello per selezionare le uve. La vinificazione avviene in tini di legno, fermentazioni spontanee e macerazioni molto lunghe, con rimontaggi all’aria. Effettuano l’affinamento in botti di rovere da 30 hl per 24 mesi e in bottiglia per 6 mesi. Il vino non viene filtrato prima dell’imbottigliamento.
Note per la degustazione del Poggio di Sotto

I tempi lenti di questa annata  hanno permesso uno sviluppo armonico del frutto. Ne deriva un Rosso di classica austerità, da aromi profondi e vividi. Di notevole freschezza, eleganza e persistenza. È definito da molti “un piccolo Brunello”.

Abbinamenti con i cibi

Carni rosse arrosto e brasate, cacciagione e formaggi stagionati

Scheda Tecnica

Denominazione: Rosso di Montalcino DOC

Composizione: 100% Sangiovese
Titolo alcolometrico: 13,5%
Colore: rosso rubino brillante, tipico del Sangiovese
Produzione 16.000 bottiglie

FERRARI

Il mito Ferrari nasce da Giulio Ferrari, e dal suo sogno di creare in Italia, in Trentino un vino capace di confrontarsi con i migliori Champagne francesi.

La terza generazione della famiglia Lunelli mantiene vivo il sogno Ferrari.

MarcelloMatteoCamilla e Alessandro guidano l’azienda con l’obiettivo di innovare nel solco della tradizione, portando Ferrari nel mondo quale ambasciatore dell’arte di vivere italiana.

CASANOVA

Il Castello di Spessa poteva non dedicare uno dei suoi vini al più famoso viveur della storia che li definì già nel 1700 “eccellenti” durante il suo soggiorno in Friuli?! Il vino Casanova è un pinot nero in purezza che riposa nel bunker del castello, a 18 metri sotto terra, per 24 mesi, e la cui magnum in edizione limitata viene data ogni anno a chi si aggiudica il Premio Casanova. A degustarlo all’interno della sontuosa terrazza del castello, circondata dal parco e dai vigneti, sembra quasi di fare un tuffo indietro nel tempo, e di scorgere tra gli alberi Casanova che rincorre la sua bella contadina friulana…troppa fantasia? Provare per credere!

ODDERO

Sapienza antica e aggiornate tecniche produttive, con pazienza e tenacia alla produzione dei propri vini l’azienda dedica un’attenzione totale: dalla potatura, a tutte le operazioni in verde, alla pigiatura fino all’affinamento per anni delle annate selezionate.
I vigneti Oddero sono sparsi nelle migliori posizioni solatie (sorì) delle colline della zona del Barolo e Barbaresco, del Moscato e della Barbera d’Asti.

Barolo DOCG, Barbaresco DOCG, Langhe DOC Nebbiolo, Dolcetto d’Alba DOC, Barbera d’Alba DOC Superiore, Barbera d’Asti DOCG Superiore, Langhe DOC Bianco Collaretto e Moscato d’Asti DOCG Cascina Fiori: vini di pregio e finezza, perfetta espressione della tipicità del territorio piemontese.

LIFE IS A BUBBLE – LE VIGNE DI ALICE

«vini spumanti» è  un termine riservato alle bollicine la cui effervescenza deriva dalla fermentazione alcolica condotta in recipiente chiuso. Per Le Vigne di Alice e Cinzia Canzian, la titolare, ogni vendemmia è diversa, ma va bene così: ottima bollicina che, assieme alla natura, propone un ottimo connubio.

Ai Rusteghi, tra le diverse fragranze di questo marchio, propongo:

 DORO BRUT, un prosecco superiore docg: è la versione più intrigante del Prosecco Superiore DOCG Valdobbiadene Brut. Giallo paglierino scarico, luminoso e brillante; bollicina fine e continua. Sentori netti di mela ma anche crosta di pane. Equilibrato, asciutto, leggermente acidulo, cremoso.

ALICE .G, un prosecco superiore docg: accanto ai metodi charmat nasce il Metodo Classico Alice .g solo da uve Glera. Cinzia Canzian è convinta che un territorio per crescere debba anche osare, sperimentare e trovare nuove strade all’eccellenza.

VALPOLICELLA

L’ampia zona di produzione dei vini Valpolicella DOC e DOCG include la fascia pedemontana della provincia di Verona ed è suddivisa, secondo il disciplinare di produzione, in tre zone distinte:

  • La zona Classica, formata da cinque aree geografiche, racchiude l’areale di Sant’Ambrogio di Valpolicella, l’areale di San Pietro in Cariano e le valli di Fumane, Marano e Negrar.
  • La zona Valpantena, comprendente l’omonima valle.
  • La zona DOC Valpolicella, con i comprensori del comune di Verona e le valli di Illasi, Tramigna e Mezzane.

In tutta l’area trovano ampio spazio varietà come la Corvina, il Corvinone, la Rondinella e, in misura minore, la Molinara.

I vini della denominazione sono il Valpolicella, il Valpolicella Ripasso, l’Amarone della Valpolicella e il Recioto della Valpolicella.

VINTAGE TUNINA

Si tratta di un vero e proprio uvaggio. Ha colore paglierino brillante con riflessi dorati. Il profumo è intenso, ampio, di grande eleganza e persistenza, con sentori di miele e fiori di campo. Ha sapore asciutto, morbido, molto armonico, con persistenza eccezionale, dovuta al corpo particolarmente pieno.
Si abbina con primi tartufati, con grande varietà di piatti di pesce, soprattutto al forno e salsato, ma arriva a poter sposare anche carni bianche. Splendido il ricordo di un suo incontro con un cuscinetto di salmone fresco ripieno di parmigiano e carciofi.

W… Dreams… … …

11 mesi in botti piccole da 300 litri di rovere francese per affinarlo!
“…Dreams…” da uve Chardonnay. Ha colore giallo paglierino risplendente. All’olfatto esprime fascino e complessità con profumi di rara eleganza e raffinatezza. Prevalgono sentori esotici di frutta matura, burro fuso, vaniglia, pasticceria. In bocca mantiene tutte le promesse dell’olfatto, le conferma e le impreziosisce con gentili sapori e sfumature aromatiche fresche e persistenti..